Get Adobe Flash player

Vento

DIREZIONE DEL VENTO

Il vento è un fenomeno naturale che consiste nel movimento ordinato, quasi orizzontale, di masse d’aria dovuto alla differenza di pressione tra due punti dell’atmosfera.
In presenza di due punti con differente pressione si origina una forza detta forza del gradiente di pressione o forza di gradiente che agisce premendo sulla massa d’aria per tentare di ristabilire l’equilibrio.
Il flusso d’aria non corre in maniera diretta da un punto all’altro, cioè con stessa direzione della forza di gradiente, ma subisce una deviazione dovuta alla forza di Coriolis che tende a spostarlo verso destra nell’emisfero settentrionale e verso sinistra nell’emisfero meridionale.
A causa di questo effetto il vento soffia parallelamente alle isobare.
In questo caso si parla di vento geostrofico. Tuttavia alle basse quote (meno di 600 m) è necessario tenere anche conto dell’azione dell’attrito con la superficie terrestre, che è in grado di modificare la direzione del vento di circa 10° sul mare e 15-30° sulla terra rispetto a quella del vento geostrofico, rendendo il percorso dall’alta pressione alla bassa pressione più diretto.

Previsione della direzionedel vento per i prossimi giorni elaborate sulla base del modello numerico WRF NMM 3.3 dal Centro Meteorologico di San Marino.

Grafico Direzione del Vento con Previsione

VELOCITA’ DEL VENTO

La velocità del vento, o meglio la sua intensità, dipende dal gradiente barico, cio` dalla distanza delle isobare, e si misura con uno strumento chiamato anemometro e può essere espressa in:

  • m/s
  • km/h
  • nodi

Previsione della forza del vento per i prossimi giorni elaborate sulla base del modello numerico WRF NMM 3.3 dal Centro Meteorologico di San Marino.

Grafico Forza del Vento con Previsione

INDICE DI RAFFREDDAMENTO DEL VENTO

L’indice di raffreddamento del vento o Wind Chill quantifica la sensazione di freddo percepita dal nostro corpo a causa dell’esposizione al vento. Una massa d’aria (con temperatura inferiore rispetto a quella corporea) che investe la pelle nuda, determina infatti una perdita di calore per evaporazione che è tanto maggiore quanto più è elevata la velocità del flusso d’aria stesso. Ciò comporta che il nostro corpo percepisca una temperatura apparentemente inferiore a quella effettivamente presente.

News
Foto casuale
1512047_10201570251042187_1597305455_o.jpg
Partner
Gruppo Unicos

Meteo Titano - Centro Metereologico San Marino

MeteOlympus - La meteorologia che hai sempre desiderato!
Sponsor
EnglishFrenchGermanItalianPortugueseRussianSpanish
Seguici su Facebook